Archivio per dicembre, 2014

Segreteria Aso: chiusura per Natale Segreteria Aso: chiusura per Natale 18 dicembre 2014 - Andrea Brizzolari La segreteria ASO sarà aperta l'ultimo giorno sabato 20 dicembre 2014, fino alle 17.Riaprirà sabato 17 gennaio 2015.Il giorno 10 gennaio la segreteria è chiusa al pubblico.In caso di necessità i responsabili della segreteria ASO sono disponibili a ricevere allenatori e dirigenti previo appuntamento, inviando la richiesta al seguente indirizzo mail: segreteria@asomail.it Leggi tutto Condividi
+Copia link
ASO Cernusco 0  Cesatese 3 ASO Cernusco 0 Cesatese 3 15 dicembre 2014 - Arianna Amadori Cosa succede in una partita di pallavolo se si affrontano una squadra forte e una squadra meno forte?Cosa succede se le componenti della squadra più forte riescono a mantenere la concentrazione in campo, mentre le altre no?Cosa succede se gioca la Cesatese contro l'ASO, nel campionato under 12?Succede che la Cesatese vince e l'ASO perde, anche se si gioca a Cernusco e anche se la posizione in classifica delle due squadre dovrebbe essere da monito a quella che occupa la posizione più bassa, almeno per quanto riguarda la necessità di presentarsi in campo determinate, con la voglia di vincere e fiduciose nelle proprie possibilità (che ci sono, anzi, ci sarebbero...).Si chiude, quindi, con una sonora sconfitta la partita disputata il giorno di Santa Lucia tra le ragazze dell' ASO volley under 12 e le coetanee della Cesatese, partita interamente dominata dalle atlete di Cesate.Per fortuna c'è il "terzo tempo" a riscaldare gli animi in questo umido sabato di dicembre e a dissiparne i malumori!La squadra ospite se ne va contenta e rifocillata e le nostre (assai poco turbate per la sconfitta, in verità), si danno appuntamento per la serata: è in programma, infatti, la tradizionale pizzata di Natale con genitori e allenatori.Ma questa è un'altra storia... Leggi tutto Condividi
+Copia link
2008 Lazzaretto 3 ASO Cernusco 0 2008 Lazzaretto 3 ASO Cernusco 0 06 dicembre 2014 - Arianna Amadori Abbiamo perso ancora. Va bene che quella del Lazzaretto è una squadra consolidata formata da atlete che giocano insieme da diversi anni, va bene che sono le prime in classifica e non hanno mai perso una partita, va bene che giocano con sei titolari che, stando sempre in campo, difficilmente sbagliano, lasciando poco margine alle avversarie… Ribadiamo pure che non è il risultato che a noi interessa…. Che giochiamo per divertirci, per crescere insieme e che prima di fare i punti occorre formare una squadra, sentirsi una squadra. Il problema non è perdere, ma è come si perde. Il terreno di gioco è, e deve essere, soprattutto palestra di vita. Per prima cosa ci vuole classe. Non deve capitare che, avendo una panchina a disposizione, ci si sieda per terra. Neanche per un istante. Neanche per scherzo. Meno che mai a casa d' altri. Tra l'altro il regolamento lo vieta. In panchina, poi, non si ride e non si scherza. Chi siede in panchina ha il compito di incitare le compagne e gode di una posizione privilegiata per studiare le mosse delle avversarie e capire come comportarsi una volta sceso in campo. Chi in campo ci è già, invece, deve mantenere la concentrazione, deve giocare tutte le palle, una dopo l'altra, a prescindere dai risultati segnati sul tabellone. Poi ci vuole un po' di grinta. Grinta, ragazze, grinta! Il set si perde quando le avversarie raggiungono i venticinque punti, non prima! La partita si perde quando si sono persi due set, ma anche il terzo si deve giocare come se fosse il primo! Gliela vogliamo far sudare o no, questa vittoria? O gliele vogliamo regalare le partite? Non ci si arrende alla prima difficoltà, ragazze! Ci si rimboccano le maniche e si va avanti con determinazione. In campo, a scuola, con gli amici… nella vita! E' così che si cresce, è così che si diventa grandi. Il primo set avete giocato bene, siete state anche in vantaggio… State diventando brave. Volete crederci, per favore? Perché ogni volta che l'altra squadra vi supera gettate la spugna, smettete di giocare? Perché non credete in voi stesse? Ricordate che è un privilegio giocare con squadre forti. Si impara di più a perdere con avversarie che valgono che a vincere contro quelle scarse. Ma giocatela, la partita, non arrendetevi subito! Avete sbagliato una battuta? Non fa niente, mettetevi in posizione di difesa, pronte a riprendervi la palla. Le avversarie sono in gamba, lavorano di squadra, recuperano di piede e fanno anche le schiacciate? Tanto meglio. Non fatevi intimorire e prendete esempio. Se lo fanno loro, potete farlo anche voi! Non si nasce mica brave a pallavolo, lo si diventa. Ma ci vuole impegno, ragazze. Impegno e fiducia nelle proprie capacità. Basta con le parole, i risultati della partita sono: 25-11 25-7 25-6. Terzo set da dimenticare. Leggi tutto Condividi
+Copia link
Calcio a 7: programma casalingo Calcio a 7: programma casalingo 06 dicembre 2014 - Andrea Brizzolari In questo week end di sant'Ambrogio presentiamo un programma più leggero del solito per quanto riguarda il calcio a 7.Avremo una sola partita ufficiale, alle 19.30, quando scenderanno in campo i ragazzi dell'Open C.Prima, nel pomeriggio sui nostri campi ci sarà la possibilità di assistere agli allenamenti della scuola calcio e dei bambini del 2006, oltre ad un'amichevole tra le due formazioni del 2005.Ecco gli orari:ORE 10.00-12.00 ASO 2006 blu ORE 14.30-16.30 ASO SCUOLA CALCIO 2007 ORE 16.30 ASO 2005 rosso – ASO 2005 bianco ORE 19.30 ASO OPEN C – JUNIOR CALCIO Leggi tutto Condividi
+Copia link
Aso Cernusco 1 San Pio X 2 Aso Cernusco 1 San Pio X 2 03 dicembre 2014 - Arianna Amadori Dal nostro inviato CARLO ROSCI "Che partita! Questa volta si gioca sul campo centrale, non ci sono altre partite in contemporanea e la palestra è tutta per le nostre atlete. Le avversarie, il S. Pio X, sono una squadra di atlete giovani ma molto ben organizzate e molto reattive: si buttano su ogni palla e vincono il primo set 25-18. Anche il secondo set sembra destinato a finire in modo analogo ma sul 21-16 le nostre ragazze, guidate dalla capitana Laura G., sembrano ritrovare la grinta e lo spirito di squadra che forse erano un po' mancati. E' un finale al cardiopalmo: punto dopo punto il distacco diminuisce fino al pareggio, poi il sorpasso e il set è nostro: 25-23! La panchina esplode di gioia, Papu e Oscar sono stremati ma gli sforzi, questa volta, sono stati ripagati. Nonostante il risultato del secondo set, le avversarie non si scompongono e così fanno loro il terzo set con il punteggio di 25-14. Dopo questi sforzi, come tradizione, le nostre mamme preparano una bella merenda con pane e Nutella insieme alle avversarie per ricordare che si è "avversari" solo in campo! Questo è forse il modo migliore per concludere un'altra giornata di sport, fatiche e condivisione e per ricordarci sempre che il risultato non è tutto (ma quando ci si mette impegno, grinta e spirito di squadra, arriva anche quello...)" Leggi tutto Condividi
+Copia link