Archivio per febbraio, 2017

Aso volley: missione primaverile Aso volley: missione primaverile 28 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Il volley ha dato il via alle iscrizioni delle squadre ai campionati primaverili. Oltre la conferma delle squadre di basket e volley già iscritte al campionato invernale, in palestra per il mese di Aprile e Maggio faranno il loro debutto assoluto le bambine del 2007. Due squadre che arrivano da un percorso pluriennale del mini volley e assaggeranno il sapore delle partite con dei raduni in gare 3 vs 3. Dopo la felice esperienza dello scorso anno, il coordinamento volley ha voluto ripetere l'esperimento con le nostre piccole atlete. Marzo servirà per caricare le pile: ad Aprile si fa sul serio! Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open a 11: pari sottotono Open a 11: pari sottotono 28 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Un pareggio che lascia con l'amaro in bocca quello maturato sul campo del Lacchiarella dai ragazzi dell'Open a 11. La squadra di Brizzolari porta a casa un solo punto contro l'ultima in classifica, con un deludente 2-2 che lascia spazio ai rimpianti, considerando le contemporaneamente sconfitte delle dirette concorrenti al secondo posto. I nostri ragazzi, in campo con Pantaleo in porta, Gaggi, Cavalletti, Mauri e Toson in difesa, Di Spaldro, M. Peverini, Pozzi e Battaglia sulla linea mediana e L.Peverini e Gjera là davanti, realizzano una prestazione opaca su un terreno di gioco a dir poco sfavorevole. Dopo l'iniziale vantaggio targato Gjera, i nostri si fanno riprendere dai padroni di casa su calcio di rigore e si ritrovano addirittura sotto nel corso di un secondo tempo caratterizzato dal nervosismo e dalla confusione, in cui fanno il loro ingresso in campo Meroni, Farina, Trimarchi e Patruno. A dieci minuti dal termine della partita, i nostri ragazzi realizzano il goal del pareggio su calcio di rigore con il piazzato di Mauri ma non riescono a trovare il guizzo decisivo per una vittoria che sarebbe stata estremamente importante. In un pomeriggio storto, le buone notizie arrivano dagli altri campi, perché nonostante una prestazione sottotono rispetto alle ultime gare, i nostri ragazzi "rosicchiano" un punticino alla seconda in classifica e si trovano attualmente al quinto posto, a -7 dall'obiettivo stagionale. La matematica e gli scontri diretti in programma nelle prossime giornate ci dicono che il sogno promozione è ancora possibile. Il rammarico per questo stop inaspettato deve essere trasformato in rabbia agonistica da mettere in campo nelle sette finali che attendono i ragazzi di Brizzolari da qui alla fine del campionato. Dai ragazzi, non molliamo!Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Junior Tim cup – ASO a valanga Junior Tim cup – ASO a valanga 27 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Incredibile prova di forza dei nostri ragazzi durante i sedicesimi di finale della Junior tim cup. Un incredibile 13 a 1 senza mai mettere in discussione la partita. Mattatore Tebaldi con addirittura 6 gol, doppietta per Pevarella e Deho e gloria anche per Quadri, Saraniti e Brambilla che rendono più rotondo il risultato. Adesso si aspetta il sorteggio per gli ottavi di finale.... sognando Roma! Leggi tutto Condividi
+Copia link
Riunione allenatori calcio Riunione allenatori calcio 23 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Questa sera ore 21.00 Oratorio Paolo VI, il coordinamento calcio incontrerà tutti gli allenatori dell' ASO - divisi in calcio a 7 e calcio a 11 - per fare il punto sulla stagione. Durante la riunione si darà ampio spazio alla formazione: per la primavera è in cantiere un nuovo progetto per arricchire le conoscenze dei nostri volontari, da spendere con i ragazzi durante allenamenti e partite. Leggi tutto Condividi
+Copia link
Aso Friday: nuovo appuntamento! Aso Friday: nuovo appuntamento! 21 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Da venerdì 24 partirà una nuova iniziativa, capitanata da Ivan Bosisio e Enzo Caldarini.L'ultimo venerdì del mese, il bar del Paolo VI sarà aperto per accogliere tutte le persone che vogliono discutere di strutture. L'obiettivo è quelli di organizzare una squadra, capace di intervenire nelle piccole manutenzioni o in interventi programmati, in modo tale da poter garantire sempre degli spazi organizzati, puliti e funzionali ai nostri ragazzi. Ci vediamo venerdì 24 per il primo appuntamento!! Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open a 11: avanti così! Open a 11: avanti così! 21 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Seconda vittoria consecutiva per il gruppo dell'Open a 11, impegnato in un'importante sfida casalinga contro l'Aics Figino. I ragazzi di Brizzolari, in campo con il solito 4-4-2, guadagnano altri tre punti pesanti in chiave rincorsa al secondo posto, grazie a una convincente prestazione di gruppo. All'Aso Stadium, dove la vittoria mancava da tre partite, i nostri scendono in campo con Ambrosoni in porta, Trimarchi, Cavalletti, Mauri e Patruno a comporre la linea difensiva, Zullo e Di Spaldro sulle corsie esterne, Peverini M. e il capitano Farina in mezzo al campo e davanti la solita coppia di bomber composta da Peverini L. e Gjera. La formazione di casa entra in campo con la voglia giusta e cerca subito di alzare il ritmo della partita ma come spesso è accaduto nel corso di questa stagione, dopo pochissimi minuti si trova già in svantaggio con un attaccante avversario lasciato colpevolmente troppo solo, libero di colpire a rete da dentro l'area. I ragazzi di Brizzolari però, sono bravi a reagire con organizzazione e a trovare immediatamente il goal del pareggio con un gran destro da fuori di Zullo. A portare i nostri in vantaggio ci pensa poi Peverini L.,che supera il portiere avversario con un classico "scavetto" dopo una progressione notevole, consentendoci di chiudere il primo tempo sul risultato di 2-1. Nella seconda metà della gara, i ragazzi dell'Open trovano la rete del 3-1 con Di Spaldro, che insacca da dentro l'area su assist delizioso di L. Peverini. Gli avversari accorciano subito dopo le distanze ma i nostri sono bravi ancora una volta a non perdere la concentrazione e a chiudere la partita nei minuti finali con la rete di Zullo, che arriva al termine di una bellissima triangolazione. Nella ripresa vanno segnalati inoltre gli ingressi in campo di Gaggi, Pozzi, Fumagalli e Melzi. Un'altra vittoria che dà fiducia, questa, per i nostri ragazzi, che in virtù dei risultati delle dirette avversarie si trovano ora a -8 dall'obiettivo stagionale. Ora dunque testa alla trasferta di Lacchiarella, con la crescente convinzione di essere un grande gruppo ma al tempo stesso con la consapevolezza di non poter mollare un centimetro. Forza ragazzi, continuiamo a credere in questo sogno!Matteo Di Spaltro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Non c’è due senza tre! Non c’è due senza tre! 21 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti In data 18/02 le ragazze dell'Aso Rosa affrontano il Bornago in una partita ormai sentita come un derby. Con il fischio di inzio la grinta è scesa in campo facendo dominare tutto il primo tempo alle giocatrici cernuschesi. Nonostante l'incessante pressing la palla non voleva entrare, ma gli sforzi dei primi venti minuti si concretizzano con un gol di Dragoni, su assist di Chiudinelli. Il secondo tempo porta un aumento di tensione, le avversarie cercano di riscattarsi con molte azioni, ma il muro difensivo Massafra Galli Contini non lascia spiragli. Le nostre fasce salgono, cercando il successo in altri tiri, tra cui spiccano un tentativo di Capitan Paderno e uno di Mondonico che si chiude con una parata che impedisce alle nostre di mettere al sicuro il risultato. Ultimi minuti, la stanchezza si fa sentire, i rinvii sono stati molti ma la partita rimane in stallo.Il match si chiude e per la terza volta consecutiva l'Aso Rosa porta a casa i desiderati 3 punti, superando di 2 l'obiettivo della stagione.Un bello stimolo per il futuro e un bel premio per la fatica passata.Claudia Galli e Silvia Chiudinelli Leggi tutto Condividi
+Copia link
Non c’è due senza tre? Non c’è due senza tre? 15 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Continua la striscia positiva delle ragazze di mister Canzi che,arrivate da una vittoria sofferta per 2-1 contro il posl la settimana precedente,vanno cariche e vogliose di vincere contro la compagine di rodano. Ne nasce una partita a senso unico dove in 15 min le nostre ragazze distanziano 4-0 le avversarie grazie alle azioni capitalizzate in rete di Nicola (al suo primo gol stagionale) che devia in gol una punizione dalla tre quarti di Chiudinelli, segue una cavalcata sulla fascia di mondonico che,saltati i difensori,sigla dopo un lungo digiuno (ultimo gol a novembre) il 2-0, pochi attimi dopo Chiudinelli su azione fotocopia di mondonico triplica il distacco e capitan paderno concluderà la valanga di gol conquistando e realizzando il rigore che varrà il 4-0. Da qui le avversarie metteranno ferro e fuoco le nostre ragazze che andando un po' in confusione concedono ingenuamente un calcio di punizione realizzato poi dalle avversarie e facendo così salire l'intensità degli ultimi minuti. Nel secondo tempo le avversarie giocheranno una partita sfacciata sempre volte all'attacco ma non riuscendo mai però a essere incisive. Arriverà da mondonico su un nostro contropiede offensivo sfruttando le lacune difensive avversarie il gol del 5-1 siglando così la sua doppietta personale e l'ipoteca sul match. Forti di questi due risultati che valgono la scalata della classifica che prima del match di domenica ci vedeva ottave guadagnamo un posto salendo così al settimo su le 10 squadre presenti nel girone.Dobbiamo lavorare ancora molto per poter mantenere questo trand positivo arrivando super preparate all'ormai derby contro bornago che ci vedrà sfidare le nostre avversarie questo week end in casa. Non c'è 2 senza 3? Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open: la (s)volta buona? Open: la (s)volta buona? 15 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Trasferta molto positiva in quel di Vittuone per i nostri ragazzi dell' Open a 11 che conquistano i tre punti contro il Virtus Sedriano. 1-4 il risultato finale per una vittoria che in campionato mancava ormai da quattro partite. I ragazzi di Brizzolari mettono in campo i giusti ingredienti per una buona prestazione quali intensità, voglia e concentrazione, riuscendo a conquistare l'intera posta in palio e ad accorciare le distanze dalle zone nobili della classifica. Mister Brizzolari schiera dal primo minuto Ambrosoni tra i pali, Trimarchi, Cavalletti, Toson e Patruno in difesa, Peverini M e Farina sulla linea mediana, Di Spaldro e Battaglia sulle corsie esterne e davanti la coppia Fumagalli-Peverini L per il solito 4-4-2. I nostri ragazzi giocano un buon calcio e si portano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo con la sfortunata deviazione di un difensore avversario. Il raddoppio arriva con una bella azione di Peverini L che infila di sinistro l'estremo difensore del Sedriano, per un primo tempo che termina sul risultato di 0-2. Nella ripresa i nostri entrano in campo determinati a chiudere la partita e trovano il goal prima con un gran pallonetto di Fumagalli da fuori, poi con il tocco da pochi passi di Di Spaldro a porta sguarnita. Nella parte finale della gara gli avversari provano a riaprire il match segnando un goal e guadagnando un calcio di rigore calciato poi a lato. Da segnalare gli ingressi in campo a gara in corso di Pozzi, Melzi, Mauri, Gjera e Caldarini che si fanno trovare pronti ed entrano con la giusta concentrazione. I punti da recuperare per raggiungere l'obiettivo stagionale restano parecchi ma questa vittoria convincente fa dimenticare le ultime deludenti prestazioni lasciando ben sperare per il futuro. Inoltre, per la prima volta in questa stagione di alti e bassi, il dato "differenza reti" fa registrare un valore sopra lo zero.... che sia la Svolta buona?Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Aso stadium: un anno fa nasceva il comitato raccolta fondi Aso stadium: un anno fa nasceva il comitato raccolta fondi 14 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Intervistato Massimo Crippa, presidente del comitato raccolta fondi e oggi consigliere dell' ASO con la delega ai rapporti istituzionali.Solo un anno fa l’idea dell’ASO’ Stadium (e della riqualificazione degli spazi dell’oratorio Paolo VI) sembrava una follia, oggi è realtà a disposizione delle nostre squadre e dei ragazzi: che cosa ha fatto nascere questa iniziativa?Il sogno è nato dopo la realizzazione della palestra nel marzo 2007 e per diversi anni appariva come un’operazione impossibile, poi una serie di elementi hanno fatto intravvedere la possibilità concreta di passare all’azione. I punti di forza sono stati: una comunità convinta ed unita, un progetto chiaro; la disponibilità della Constantes ad assumersi l'onere della costruzione, appaltando interamente l'opera e scaricando la parrocchia da questioni burocratiche, di sicurezza e dell'onere economico, anticipando ai fornitori quanto verrà poi restituito in tre anni; l’accordo con Constantes ha permesso ai nostri don (David ed Ettore) di presentare alla Curia un progetto, che gli organi preposti alla disamina, attenti e disponibili, hanno potuto approvare celermente perchè non prevedeva mutui né richiesta di garanzie da parte della Curia; un Comune puntuale nell’erogare i contributi previsti per legge alle parrocchie; un comitato raccolta fondi capace di prendersi l’onere di finanziare una parte della spesa.Già, come vi è venuto in mente di sostenere l’iniziativa con un “Comitato raccolta fondi”?In fase di progettazione si è iniziato a comprendere che l’iniziativa andava sostenuta da tutti i punti di vista e che il “nuovo” Paolo VI avrebbe vissuto una nuova era. A questo punto è partito un arduo lavoro per costruire la squadra, identificare persone con competenze diverse, chiedere, sondare, ed alla fine è nato un gruppo veramente eterogeneo di persone che ha iniziato però subito a lavorare con entusiasmo, informando e facendo crescere il consenso attorno all’iniziativa, coinvolgendo in questo modo un numero sempre più grande di persone e pensando ad attività utili alla raccolta dei fondi necessari. La tabella dei tempi è impressionante: il comitato si è formato a febbraio 2016, le prime iniziative sono partite con la festa di San Giuseppe, i lavori sono iniziati ai primi di luglio e campo e nuovo oratorio sono stati inaugurati sabato 1 ottobre.In quanti ci avete lavorato e come è stato lavorare in un gruppo così? Quanto tempo vi ha "rubato"?La squadra del comitato è composta da 12 “giocatori” e da don David in modalità “mister”. L’aspetto interessante è che ogni partecipante ha aggregato un numero consistente di volontari per le diverse iniziative. In questo modo l’oratorio ha subito assunto una nuova veste. Il tempo trascorso in queste attività è stato davvero molto, qualche volta con la paura di non farcela ed altre con la soddisfazione per aver portato a termine un’ iniziativa in modo decoroso. C’è una frase di un componente del Comitato rivolta agli altri in quei mesi che ha fatto sorridere e spesso ritorna: “ultimamente vedo più voi dei colleghi di lavoro”.Che iniziative avete proposto? Le iniziative sono state davvero molteplici, innanzitutto l’informazione attraverso i media cittadini, stampa e radio, e l’esposizione di uno stand informativo in varie occasioni (Fiera di San Giuseppe; sabati “Solo per oggi”), oltre a costante attenzione da parte degli strumenti informativi del CSI (logo campo e logo Comitato raccolta fondi). Abbiamo poi puntato molto sulla cooperazione. A febbraio è stato organizzato un corso di formazione per pizzaioli e 14 persone fra atleti, mamme, dirigenti ed allenatori sono diventati “pizza master”. I “pizza master” hanno avuto il compito di sfornare dalle 90 alle 140 pizze a serata per 11 serate primaverili. Altre persone, con maggior esperienza culinaria, hanno preparato il pranzo per le famiglie dei bambini che hanno ricevuto la Prima Comunione. 15mila euro sono stati raccolti con una campagna diffusa di microdonazioni (1€) e ben 100 corridori ASO’ con magliette con la scritta “corriamo per il campo“ hanno partecipato alla Maratona del Naviglio organizzata dai Lions. Inoltre vi è stata la vendita di zolle, portachiavi, e in diverse occasioni di torte e hamburger per tutti, poi l’organizzazione di tornei di calcio con pranzo per gli atleti e genitori, c’è stata l’ASO Running, e ricordiamo che il 2 luglio, per salutare il vecchio campo, è stato indetto il torneo “Andrea Zacchetti”. Sono stati pensati anche pacchetti sponsorizzazione per aziende e le donazioni spontanee di singoli o intere squadre non sono certo mancate.Ci sono state reazioni che vi hanno sorpreso, nel bene o nel male? Qualche delusione?La disponibilità a qualsiasi tipo di incarico è stata totale: donne e ragazzi impegnati a stendere, guarnire, infornare e sfornare anche 140 pizze a sera; padri e figli impegnati insieme a “spellare e grigliare” fino a 800 salamelle a giornata...C’è sicuramente qualcosa di curioso che è successo e che ci vuoi raccontareQuando i lavori erano quasi ultimati, ma ancora in corso, verso la fine agosto, capitava spesso che, senza alcun accordo tra di noi, ci si ritrovasse in oratorio tutti per lo stesso motivo, quello di ”dare un occhio” e vedere come procedevano i lavori.Ci fai un bilancio a grandi linee di questo intervento (costi, cosa rimane ancora da pagare, tempi e modalità per farvi fronte)?L’intervento nel suo insieme è costato 400mila euro e, come da accordi, ci sono 3 anni di tempo per pagare. La prima rata è stata pagata entro la fine del 2016 e con la seconda, in pagamento in questi giorni, raggiungeremo quota 308mila euro. Grazie alla quota dell'8% degli oneri di urbanizzazione, liquidati dai costruttori nelle casse del Comune negli anni 2015-16 e interamente destinati dalla Comunità pastorale a quest’opera, abbiamo coperto 251mila euro; dei 100mila euro che il Comitato si è impegnato a raggiungere, 57mila euro sono già stati raccolti e versati nella prima rata. Abbiamo ripreso le attività di raccolta con le pizzate prenatalizie e stiamo elaborando le iniziative primaverili e questo ci consente di confermare che salderemo integralmente l’opera entro il 2017. Un intervento dunque svolto senza alcun onere economico per le casse della Parrocchia di San Giuseppe Lavoratore (e della Comunità pastorale), al cui conto corrente abbiamo cercato di non attingere.C’è ancora qualcosa che rimane da fare dal punto di vista pratico?Dobbiamo avere cura del nostro nuovo e per noi bellissimo Paolo VI, del suo nuovo campo e del suo nuovo cortile, e dobbiamo proseguire con la raccolta dei fondi necessari a rispettare gli impegni assunti. Un’ultima domanda: che cosa hai imparato da questa esperienza? Lo rifaresti? Un impegno comune chiaro, illustrato in modo semplice, l’assoluta trasparenza sui conti, ci ha spinto a dare gratuitamente tantissimo e a volerci spontaneamente bene lavorando fianco a fianco. E’ più facile di quello che si possa immaginare! Lo rifarei sicuramente e ringrazio di cuore tutti coloro che ci hanno permesso di realizzare questo bellissimo progetto, sogno di tanti ragazzi. E’ stata un’esperienza che mi ha arricchito, inoltre mi ha dato l’opportunità di fare nuovi incontri e condividere momenti sempre costruttivi.Intervista a cura di Giancarlo Melzi (Voce Amica) e riportata da www.cernuscoinsieme.it Leggi tutto Condividi
+Copia link