« Torna agli articoli Aso 2006 bianco: intervista incrociata alle mamme!

20 marzo 2017 | Vincenzo Lopresti

Ho sempre creduto che gli sport di squadra accrescessero la collaborazione, il senso di appartenenza e la socialità tra i ragazzi. Per questa ragione, quando mio figlio a 4 anni mi ha detto che avrebbe voluto giocare a calcio, non ho posto resistenza. D’altro canto, considerando che ho un marito che gioca a calcetto da una vita, il mio destino era segnato. 
Non sono mai stata molto interessata al calcio, salvo nelle occasioni speciali come gli Europei i Mondiali (impossibile dimenticare quelli del 1982!). Ricordo che l’estate in cui l’Italia ha vinto l’ultimo campionato Europeo era proprio quella in cui è nato il mio piccolo grande campione. 
Certamente ero inconsapevole di cosa significasse «veronica» (senza lettera maiuscola) prima di diventare una mamma ASO.
Difficile immaginare e prevedere che per osmosi questi valori di cooperazione, integrazione e socializzazione avrebbero potuto investire anche noi, le 21 mamme dell’ASO Bianco.
Mentre sul campo da gioco nascono e si consolidano amicizie, sugli spalti noi mamme condividiamo momenti allegria, passione, un po’ di follia, tanto divertimento e soprattutto partecipazione.
E così il borsone sempre in giro per casa, i calzettoni che non asciugano e i soprammobili rotti dalle pallonate sono un po’ più tollerabili
Nell’intervista che segue vi presento 9 colleghe mamme, che come me e con me stanno vivendo questa bellissime esperienza.

Come ti chiami?

Luciana

Alessandra

Michela

Francesca «Bolli»

Francesca «Mastro»

Viviana

Cinzia

Elena

Rosa

Un aggettivo che descriva l’ASO Bianco?

Unito

Indomabile, perché non si abbatte mai anche nelle sconfitte

Paradossalmente è «colorato». Il bianco, peraltro, è la somma di tutti i colori!

Generosa

Perfetta

Con il giusto equilibrio fra tutti gli ingredienti: amicizia, complicità, collaborazione, umiltà, voglia di vincere e un pizzico di competizione… la squadra perfetta è servita!

Non avrei potuto chiedere di meglio come esperienza sportiva per mio figlio.

Frizzante e …spritz-zante

Passione: come quella che hanno per il calcio i nostri ragazzi e i loro splendidi allenatori, anche con il fango, il freddo e la pioggia, sempre pronti a correre dietro al pallone.

Entusiasmante, combattivo, ma sempre e comunque con il sorriso sulle labbra. Sempre inclusivo e pronto ad accogliere. L’ASO è una bella realtà e sono orgogliosa di farne parte

Eclettico

Non solo calcio, ma soprattutto altro

Cosa vuol dire essere una mamma ASO Bianco?

Vuol dire essere orgogliosa, sprint, tifosa, altruista e bella

Una mamma ASO è una mamma che non si tira mai indietro quando serve far tanto rumore per sostenere la squadra; quando c’è da divertirsi, quando c’è qualche piccolo momento di difficoltà e nemmeno quando serve fare le lavatrici

Accompagnare non solo i miei figli, ma anche i loro amici nella partita vera, la vita.

Chattare con le mamme alla ricerca di calzini spaiati, organizzare i turni merende/lavatrici e uscire di casa per vedere giocare la squadra con QUALSIASI condizione atmosferica.

Entrare a far parte, pian piano, di un gruppo di amiche

Collaborazione, amicizia, risate, divertimento

Le mamme ASO sono persone su cui contare, sincere e disponibili, pronte a sostenere sempre i piccoli campioni con tanto tifo e allegria.

Mamma che partecipa alla crescita dei propri figli nella comunità

Prendere tanto freddo e non sentire più i piedi congelati

Qual è il ricordo più bello vissuto con l’ASO?

La prima partita di mio figlio, con il tifo più sincero che lo incitava

I bei ricordi sono tantissimi, ma quello che ho più nel cuore è il primo goal tanto agognato di uno dei bambini con la corsa in campo di tutti, ma proprio tutti, anche quelli seduti in panchina, ad abbracciarlo! Quando ci penso mi scende ancora una lacrimuccia

Non ho un ricordo specifico, ma mi piace il riaccadere sempre nuovo dell’incontro tra noi adulti ad ogni partita o allenamento.

Senza dubbio l’invasione di campo e l’esultanza di tutti per il primo goal del nostro Artur

Non ho un ricordo particolare, ma mi piace la sensazione che si percepisce in questo gruppo; la voglia e il piacere di stare insieme ad ogni occasione

Condivido il ricordo di Alessandra e Francesca. Aggiungo che ogni momento è bello passato insieme

Il ricordo più bello è quando mio figlio è riuscito a realizzare il suo sogno di fare goal, ovviamente per tutti i genitori è un momento speciale, ma io ho avuto qualcosa di più. La magia di un grande travolgente abbraccio spontaneo di tutta la squadra e l’entusiasmo dei genitori che mi hanno fatto sentire il calore di una famiglia.

I ricordi sono tanti e si accavallano nella mente. Preferisco ricordare non tanto la singola azione o il singolo evento sportivo, ma le emozioni generate dall’incontro con gli altri nei diversi momenti sportivi e conviviali

La convivialità sugli spalti durante ogni partita e la solidarietà dei nostri ragazzi nei momenti difficili e quelli di gioia

Cosa ti auguri per il futuro di tuo figlio?

Che lo sport occupi uno spazio semplicemente importante

Mi auguro che sappia fare tesoro di tutto quello che sta imparando facendo parte di questa squadra e che lo sappia mettere in pratica nella sua vita di tutti i giorni, oltre che nello sport.

Che conservino il sorriso anche davanti alla sconfitta.

Che continui a giocare con la stessa spensieratezza e con la giusta e sana competizione

Che capisca, anche grazie a questa esperienza, la bellezza e l’importanza di far parte di un gruppo affiatato con cui collaborare e affrontare gli ostacoli…anche nella vita. INSIEME E’ PIU’ FACILE!

Che conservi sempre il suo sorriso e la sua dolcezza

Mi auguro che in futuro possa continuare ad essere sempre uno sportivo per mantenere i valori dell’amicizia, di lealtà e del sano divertimento

Che possa fare tesoro, nel suo cammino di crescita, di questa bellissima esperienza, comprendendone fino in fondo i valori di cui è formata

Che ogni impegno futuro sia portato avanti con la stessa passione che dimostra per ogni allenamento e partita

Una citazione e incoraggiamento per la nostra squadra?

Per dirla alla Michael Jordan: “Il talento ti fa vincere una partita, L’intelligenza e il lavoro di squadra ti fanno vincere un campionato

Che la forza sia con te!

#finoallafineforzaasobianco

#vivereacolori

Fino alla fine forza ASO Bianco

Un giornalista chiese alla teologa tedesca Dorothee Solle: «come spiegherebbe a un bambino che cosa è la felicità?» «non glielo spiegherei» rispose «gli darei un pallone per farlo giocare».

I nostri saranno bimbi felici!

E’ la nostra: »Non abbiamo perso, abbiamo vinto 2-0 per loro!»

La mia citazione preferita è di Nelson Mandela: « Lo sport può cambiare il mondo», del perché ne possiamo parlare a lungo.

Una citazione cinematografica: «Luis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia

«Insegnami la dolcezza ispirandomi la carità» (noi mamme) «insegnami la disciplina donandomi la pazienza» (i papà) «e isnegnami la scienza illuminandomi la mente»

(Angelo, Daniele & Co)

+Copia link