« Torna agli articoli Open a 11: fino alla fine!

21 marzo 2017 | Vincenzo Lopresti

Vittoria interna di prestigio per l’Open a 11 che supera il Nazareth all’Aso Stadium con un 2-1 in rimonta firmato Gjera-Peverini. I ragazzi di Brizzolari ritrovano il sorriso dopo una settimana vissuta con l’amaro in bocca per la sconfitta in casa del San Enrico. Una sconfitta che con ogni probabilità ha decretato la fine del sogno promozione dei nostri ragazzi. 3-2 (reti di Gjera e Fumagalli) il risultato finale dello scontro con il San Enrico dello scorso week-end, al termine di una gara in cui i nostri non sono riusciti a mettere in campo quella “cattiveria” che sarebbe servita per portare a casa tre punti pesantissimi. Questa domenica invece la fame di vincere non è mancata, ed è stata appunto la buona dose di cattiveria agonistica messa in campo a permettere ai nostri di ribaltare il match con il Nazareth nei minuti finali. I ragazzi di Brizzolari, schierati con il solito 4-4-2 con Pantaleo in porta, Gaggi, Cavalletti, Rizzo e Patruno in difesa, M. Peverini e Izzo a centrocampo, Melzi e Meroni sulle fasce e Gjera in avanti con Fumagalli, sono scesi in campo con la giusta voglia e hanno dato vita ad un match piuttosto combattuto contro un avversario altrettanto determinato a fare risultato. La prima metà del match, priva di goal, si è giocata all’insegna dell’equilibrio tra le due compagini con lo sfortunato M. Peverini costretto a lasciare il campo nei minuti finali per via di un infortunio di gioco (al suo posto dentro Di Spaldro). Nella seconda metà di gara, in cui hanno fatto il loro ingresso in campo Battaglia, L. Peverini, Caldarini e Mauri, i nostri ragazzi hanno faticato per diversi minuti ad uscire palla al piede, sorpresi dalla forte pressione degli avversari, i quali si sono portati momentaneamente in vantaggio con un piazzato rasoterra all’interno dell’area di rigore. A questo punto i nostri hanno reagito con grinta e, dopo aver sprecato qualche buona occasione, hanno ribaltato il risultato con le reti di Gjera, abile nel battere il portiere da pochi passi e L. Peverini, imbeccato da un rilancio rapido e intelligente di Pantaleo e sempre più vicino alla vetta della classifica marcatori. Tre punti dunque che fanno morale e fanno ben sperare per il futuro di questa squadra, attualmente terza in classifica alla prima stagione in Open A. Anche se l’obiettivo promozione è sfumato, restano da giocare quattro partite con il massimo dell’impegno, per onorare il campionato e chiudere l’invernale nella miglior posizione di classifica possibile. Va ricordato inoltre che i nostri ragazzi saranno prossimamente impegnati in due competizioni importanti: in particolare, a inizio Aprile nei sedicesimi di finale della Special Cup CSI e, più avanti in primavera, nel torneo Prestige. Forza ragazzi! Fino alla fine!

Matteo Di Spaldro

+Copia link