CALCIO OPEN A 11 (Archivio) - Archivio

open a 11: ennesimo pareggio esterno open a 11: ennesimo pareggio esterno 07 aprile 2017 - Vincenzo Lopresti Finisce con il risultato di 2-2 la trasferta dell'Open a 11 sul campo del Passirana, squadra impegnata nella lotta salvezza. Questa volta sono i nostri ragazzi a subire la rimonta dopo aver segnato due goal nella prima metà di gara. Mister Brizzolari schiera il solito 4-4-2 con Ambrosoni in porta, Patruno, Mauri, Rizzo e Meroni a comporre la linea difensiva, Pozzi e Di Spaldro in mediana, Battaglia e Melzi sulle corsie laterali e in avanti la coppia inedita Caldarini-Peverini. L'episodio chiave di un primo tempo giocato abbastanza bene dai nostri è il cartellino azzurro ai danni di Ambrosoni, per aver atterrato in area di rigore il centroavanti avversario. A sostituire momentaneamente il nostro estremo difensore ci pensa un super Peverini, il quale neutralizza il calcio di rigore e, una volta rientrato nella sua zona di competenza, realizza una doppietta raggiungendo quota 14 goal in campionato. Prima dell'intervallo gli ospiti accorciano le distanze su calcio da fermo e nella ripresa trovano il goal del definitivo pareggio in contropiede. Nel secondo tempo si registrano inoltre gli ingressi in campo di Assi, Izzo, Farina e Fumagalli. Un pareggio questo che rappresenta il terzo risultato utile consecutivo e che consente comunque ai nostri ragazzi di restare momentaneamente al terzo posto, in vista delle ultime due di campionato. Sempre forza Aso!Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open a 11: fino alla fine! Open a 11: fino alla fine! 21 marzo 2017 - Vincenzo Lopresti Vittoria interna di prestigio per l'Open a 11 che supera il Nazareth all'Aso Stadium con un 2-1 in rimonta firmato Gjera-Peverini. I ragazzi di Brizzolari ritrovano il sorriso dopo una settimana vissuta con l'amaro in bocca per la sconfitta in casa del San Enrico. Una sconfitta che con ogni probabilità ha decretato la fine del sogno promozione dei nostri ragazzi. 3-2 (reti di Gjera e Fumagalli) il risultato finale dello scontro con il San Enrico dello scorso week-end, al termine di una gara in cui i nostri non sono riusciti a mettere in campo quella "cattiveria" che sarebbe servita per portare a casa tre punti pesantissimi. Questa domenica invece la fame di vincere non è mancata, ed è stata appunto la buona dose di cattiveria agonistica messa in campo a permettere ai nostri di ribaltare il match con il Nazareth nei minuti finali. I ragazzi di Brizzolari, schierati con il solito 4-4-2 con Pantaleo in porta, Gaggi, Cavalletti, Rizzo e Patruno in difesa, M. Peverini e Izzo a centrocampo, Melzi e Meroni sulle fasce e Gjera in avanti con Fumagalli, sono scesi in campo con la giusta voglia e hanno dato vita ad un match piuttosto combattuto contro un avversario altrettanto determinato a fare risultato. La prima metà del match, priva di goal, si è giocata all'insegna dell'equilibrio tra le due compagini con lo sfortunato M. Peverini costretto a lasciare il campo nei minuti finali per via di un infortunio di gioco (al suo posto dentro Di Spaldro). Nella seconda metà di gara, in cui hanno fatto il loro ingresso in campo Battaglia, L. Peverini, Caldarini e Mauri, i nostri ragazzi hanno faticato per diversi minuti ad uscire palla al piede, sorpresi dalla forte pressione degli avversari, i quali si sono portati momentaneamente in vantaggio con un piazzato rasoterra all'interno dell'area di rigore. A questo punto i nostri hanno reagito con grinta e, dopo aver sprecato qualche buona occasione, hanno ribaltato il risultato con le reti di Gjera, abile nel battere il portiere da pochi passi e L. Peverini, imbeccato da un rilancio rapido e intelligente di Pantaleo e sempre più vicino alla vetta della classifica marcatori. Tre punti dunque che fanno morale e fanno ben sperare per il futuro di questa squadra, attualmente terza in classifica alla prima stagione in Open A. Anche se l'obiettivo promozione è sfumato, restano da giocare quattro partite con il massimo dell'impegno, per onorare il campionato e chiudere l'invernale nella miglior posizione di classifica possibile. Va ricordato inoltre che i nostri ragazzi saranno prossimamente impegnati in due competizioni importanti: in particolare, a inizio Aprile nei sedicesimi di finale della Special Cup CSI e, più avanti in primavera, nel torneo Prestige. Forza ragazzi! Fino alla fine!Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open a 11: pari sottotono Open a 11: pari sottotono 28 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Un pareggio che lascia con l'amaro in bocca quello maturato sul campo del Lacchiarella dai ragazzi dell'Open a 11. La squadra di Brizzolari porta a casa un solo punto contro l'ultima in classifica, con un deludente 2-2 che lascia spazio ai rimpianti, considerando le contemporaneamente sconfitte delle dirette concorrenti al secondo posto. I nostri ragazzi, in campo con Pantaleo in porta, Gaggi, Cavalletti, Mauri e Toson in difesa, Di Spaldro, M. Peverini, Pozzi e Battaglia sulla linea mediana e L.Peverini e Gjera là davanti, realizzano una prestazione opaca su un terreno di gioco a dir poco sfavorevole. Dopo l'iniziale vantaggio targato Gjera, i nostri si fanno riprendere dai padroni di casa su calcio di rigore e si ritrovano addirittura sotto nel corso di un secondo tempo caratterizzato dal nervosismo e dalla confusione, in cui fanno il loro ingresso in campo Meroni, Farina, Trimarchi e Patruno. A dieci minuti dal termine della partita, i nostri ragazzi realizzano il goal del pareggio su calcio di rigore con il piazzato di Mauri ma non riescono a trovare il guizzo decisivo per una vittoria che sarebbe stata estremamente importante. In un pomeriggio storto, le buone notizie arrivano dagli altri campi, perché nonostante una prestazione sottotono rispetto alle ultime gare, i nostri ragazzi "rosicchiano" un punticino alla seconda in classifica e si trovano attualmente al quinto posto, a -7 dall'obiettivo stagionale. La matematica e gli scontri diretti in programma nelle prossime giornate ci dicono che il sogno promozione è ancora possibile. Il rammarico per questo stop inaspettato deve essere trasformato in rabbia agonistica da mettere in campo nelle sette finali che attendono i ragazzi di Brizzolari da qui alla fine del campionato. Dai ragazzi, non molliamo!Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open a 11: avanti così! Open a 11: avanti così! 21 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Seconda vittoria consecutiva per il gruppo dell'Open a 11, impegnato in un'importante sfida casalinga contro l'Aics Figino. I ragazzi di Brizzolari, in campo con il solito 4-4-2, guadagnano altri tre punti pesanti in chiave rincorsa al secondo posto, grazie a una convincente prestazione di gruppo. All'Aso Stadium, dove la vittoria mancava da tre partite, i nostri scendono in campo con Ambrosoni in porta, Trimarchi, Cavalletti, Mauri e Patruno a comporre la linea difensiva, Zullo e Di Spaldro sulle corsie esterne, Peverini M. e il capitano Farina in mezzo al campo e davanti la solita coppia di bomber composta da Peverini L. e Gjera. La formazione di casa entra in campo con la voglia giusta e cerca subito di alzare il ritmo della partita ma come spesso è accaduto nel corso di questa stagione, dopo pochissimi minuti si trova già in svantaggio con un attaccante avversario lasciato colpevolmente troppo solo, libero di colpire a rete da dentro l'area. I ragazzi di Brizzolari però, sono bravi a reagire con organizzazione e a trovare immediatamente il goal del pareggio con un gran destro da fuori di Zullo. A portare i nostri in vantaggio ci pensa poi Peverini L.,che supera il portiere avversario con un classico "scavetto" dopo una progressione notevole, consentendoci di chiudere il primo tempo sul risultato di 2-1. Nella seconda metà della gara, i ragazzi dell'Open trovano la rete del 3-1 con Di Spaldro, che insacca da dentro l'area su assist delizioso di L. Peverini. Gli avversari accorciano subito dopo le distanze ma i nostri sono bravi ancora una volta a non perdere la concentrazione e a chiudere la partita nei minuti finali con la rete di Zullo, che arriva al termine di una bellissima triangolazione. Nella ripresa vanno segnalati inoltre gli ingressi in campo di Gaggi, Pozzi, Fumagalli e Melzi. Un'altra vittoria che dà fiducia, questa, per i nostri ragazzi, che in virtù dei risultati delle dirette avversarie si trovano ora a -8 dall'obiettivo stagionale. Ora dunque testa alla trasferta di Lacchiarella, con la crescente convinzione di essere un grande gruppo ma al tempo stesso con la consapevolezza di non poter mollare un centimetro. Forza ragazzi, continuiamo a credere in questo sogno!Matteo Di Spaltro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open: la (s)volta buona? Open: la (s)volta buona? 15 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Trasferta molto positiva in quel di Vittuone per i nostri ragazzi dell' Open a 11 che conquistano i tre punti contro il Virtus Sedriano. 1-4 il risultato finale per una vittoria che in campionato mancava ormai da quattro partite. I ragazzi di Brizzolari mettono in campo i giusti ingredienti per una buona prestazione quali intensità, voglia e concentrazione, riuscendo a conquistare l'intera posta in palio e ad accorciare le distanze dalle zone nobili della classifica. Mister Brizzolari schiera dal primo minuto Ambrosoni tra i pali, Trimarchi, Cavalletti, Toson e Patruno in difesa, Peverini M e Farina sulla linea mediana, Di Spaldro e Battaglia sulle corsie esterne e davanti la coppia Fumagalli-Peverini L per il solito 4-4-2. I nostri ragazzi giocano un buon calcio e si portano in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo con la sfortunata deviazione di un difensore avversario. Il raddoppio arriva con una bella azione di Peverini L che infila di sinistro l'estremo difensore del Sedriano, per un primo tempo che termina sul risultato di 0-2. Nella ripresa i nostri entrano in campo determinati a chiudere la partita e trovano il goal prima con un gran pallonetto di Fumagalli da fuori, poi con il tocco da pochi passi di Di Spaldro a porta sguarnita. Nella parte finale della gara gli avversari provano a riaprire il match segnando un goal e guadagnando un calcio di rigore calciato poi a lato. Da segnalare gli ingressi in campo a gara in corso di Pozzi, Melzi, Mauri, Gjera e Caldarini che si fanno trovare pronti ed entrano con la giusta concentrazione. I punti da recuperare per raggiungere l'obiettivo stagionale restano parecchi ma questa vittoria convincente fa dimenticare le ultime deludenti prestazioni lasciando ben sperare per il futuro. Inoltre, per la prima volta in questa stagione di alti e bassi, il dato "differenza reti" fa registrare un valore sopra lo zero.... che sia la Svolta buona?Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Open, soffri di pareggite? Open, soffri di pareggite? 06 febbraio 2017 - Vincenzo Lopresti Finisce ancora in parità la gara interna dei ragazzi dell'Open a 11 contro il Don Bosco Rozzano, una gara ad alta intensità che si gioca soprattutto sul piano fisico. Per i nostri ragazzi è il terzo pareggio consecutivo, sempre per 1-1. La compagine di Brizzolari, impegnata nell'ardua rincorsa verso il sogno secondo posto, scende in campo con il consueto 4-4-2: davanti all'estremo difensore Ambrosoni da destra a sinistra si posizionano Gaggi, Rizzo, Mauri e Toson; Il centrocampo è composto da Meroni, Peverini, Farina e Battaglia; davanti la solita coppia di bomber formata da Luca Peverini e Gjera. La sfida comincia subito in salita per l'Aso Open che a pochi minuti dal fischio d'inizio si trova subito sotto. Con un buon taglio verso l'area di rigore, l'esterno offensivo avversario riesce a concludere in porta indisturbato e a portare in vantaggio i suoi con la complicità del terreno bagnato che conferisce al suo tiro rasoterra una traiettoria beffarda. Nella restante parte della prima metà di gara i nostri ragazzi provano a raddrizzare la partita soprattutto con le imbucate centrali e sfiorano il pari prima con un destro di Gjera, sul quale il portiere avversario si supera, poi con un colpo di testa di Battaglia che termina di poco a lato. Il secondo tempo procede sulla falsariga del primo. Una partita maschia che i nostri tentano di riacciuffare, con gli avversari però sempre pronti a colpire in contropiede. Nella ripresa Brizzolari inserisce Di Spaldro, Pozzi, Patruno e Fumagalli per un Aso a trazione anteriore con la speranza di segnare presto il goal del pareggio. Goal che arriva nei minuti finali con un tocco di Di Spaldro dopo una serie di rimpalli in area di rigore. L'arbitro assegna sei minuti di recupero e i nostri cercano fino in fondo il goal vittoria senza però riuscire a incidere. Per i ragazzi di Brizzolari, costretti a rincorrere in classifica, questo pari ha un sapore amaro e vuol dire -11 dall'obiettivo stagionale. Un pari che però non spegne le speranze di questo gruppo che con la compattezza e la determinazione in passato ci ha già regalato grandi soddisfazioni e ........ straordinarie rimonte.Matteo Di Spaldro Leggi tutto Condividi
+Copia link
Pareggio con la prima che rilancia i ragazzi dell’ Open Pareggio con la prima che rilancia i ragazzi dell’ Open 30 gennaio 2017 - Vincenzo Lopresti Non era un impegno semplice per i ragazzi dell’Open, la prima trasferta del 2017: scontro con la capolista Valsesia, reduce da un punto nelle ultime due partite e quindi alla ricerca del ritmo che nel girone d’andata le aveva permesso di accumulare un discreto margine sulle inseguitrici; l’ASO invece, con 4 punti conquistati nei due precedenti incontri casalinghi con le “ultime della classe”, che non avevano soddisfatto soprattutto in termini di prestazione, chiamata a proseguire il costante tentativo di risalire la parte alta della classifica, alla ricerca del secondo posto per la promozione. Mister Brizzolari e i suoi collaboratori Toson e Gottardello avevano chiesto ai suoi, durante la settimana, una svolta decisiva per evitare di perdere punti preziosi (come successo la Domenica precedente) in particolar modo insistendo sull’approccio iniziale alla gara, spesso troppo molle. Infermeria piena per l’ASO Cernusco: oltre ai “lungodegenti” Izzo, Lopresti e Gaggi(quest’ultimo però prossimo al rientro in campo), l’assenza pesante è quella di Di Spaldro, ai box per un attacco influenzale; forfait anche da parte di Ceccon e Fumagalli. Uomini contati quindi per Brizzolari, che schiera l’ormai consueto 4-4-2 con Ambrosoni in porta (Pantaleo non supera il mal di schiena nel riscaldamento), Trimarchi, Rizzo, Mauri e Toson per la difesa, un centrocampo composto da Pozzi e Farina, centrali, affiancati da Assi e Battaglia sulle fasce; Peverini e Gjera in attacco. I ragazzi di mister Brizzolari sembrano stavolta aver capito la lezione e partono bene, ma rischiano subito sulla prima distrazione: non sfruttano nel modo corretto una ripartenza e, sull’immediato cambio di fronte, Toson deve intervenire da ultimo uomo sull’attaccante del Valsesia lanciato a rete. Cartellino azzuro per il terzino sinistro, incolpevole in questo caso, che deve abbandonare il terreno di gioco per 5 minuti. Sulla punizione seguente, Ambrosoni è sicuro ed evita il gol. Grazie all’arretramento di Assi, l’inferiorità numerica passa indenne e, dopo pochi minuti, l’ASO inizia a disputare un buon primo tempo, che potrebbe chiudere in vantaggio, ma il portiere di casa è attento su un colpo di testa di Gjera e su un tiro dalla distanza di Peverini, che nonstante la stretta marcatura si rende pericoloso con il destro. L’inizio della ripresa è favorevole all’ASO che passa subito in vantaggio: grave errore di palleggio della difesa del Valsesia, con Assi che è reattivo nell’approfittarne e viene steso da un difensore avversario. Cartellino azzurro anche per quest’ultimo e calcio di rigore, dal dischetto lo specialista Mauri realizza, nonostante l’intuizione del portiere. Da questo momento in poi l’ASO gioca di ripartenza grazie alle buone prestazioni di Battaglia e dello stesso Assi, mentre il Valsesia alza il baricentro ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso fino a metà tempo. Mister Brizzolari si copre ed inserisce Gottardello (fuori Pozzi) che però è sfortunatissimo nell’infortunarsi pochi istanti dopo il suo ingresso sul terreno di gioco ed è quindi costretto al cambio. Proprio in questo frangente la capolista agguanta il pareggio trovando la rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Entra quindi Melzi e poco dopo Patruno che sostituisce l’infortunato Toson, ma gli ultimi minuti non aiutano l’Open che rimane in dieci, per il rosso a Trimarchi, autore di una gara attenta fino a quel momento. Finale un po’ difficoltoso quindi per l’ASO che però si difende con ordine rischiando solo su una palla da fermo, prima del triplice fischio. Rimorso quindi per due punti preziosi sfumati nel finale di gara, ma prestazione del collettivo positiva, con la consapevolezza oramai maturata che fino all’ultima giornata l’Open potrà giocarsela a testa alta con tutte le rivali per la promozione. Marco Melzi Leggi tutto Condividi
+Copia link